Fitto parterre di relatori al Salone: 260 speaker nazionali e internazionali per animare una tre giorni di contenuti

Tra i nomi di spicco Jonathan Hill, Ng Kok Song, Mario Nava, Paolo Gallo

 

Fitto il parterre di relatori che animeranno le conferenze del Salone al via tra una settimana esatta al MiCo di Milano: oltre 260, italiani e internazionali. Si parte dalla plenaria di apertura del 10 aprile dove, sul palco dell’Auditorium Silver, si alterneranno, tra gli altri, Jonathan Hill, Ng Kok Song e Federico Fubini.

 

Jonathan Hill è un politico inglese, dal 2014 al 2016 Commissario europeo per il mercato interno e i servizi in seno alla Commissione Juncker. Durante il suo mandato a Bruxelles, ha favorito lo sviluppo del Mercato Unico dei Capitali per aumentare il flusso di capitali di investimento in tutti i Paesi dell’Unione Europea.

 

Ng Kok Song, figura di spicco nello sviluppo dei mercati finanziari a Singapore, in precedenza CIO di GIC, il fondo sovrano di Singapore dove è stato responsabile dell’asset allocation globale e della gestione del rischio valutario globale, è oggi Presidente fondatore di Avanda Investment Management e parte del global advisory board di PIMCO.

 

Federico Fubini, giornalista italiano, inviato ed editorialista di Repubblica fra il 2013 e il 2015, è vicedirettore ad personam del “Corriere della Sera”, dove si occupa prevalentemente di economia e finanza.

 

Spiccano tra gli altri relatori: Mario Nava, Giulio Tremonti, Matteo Zanetti e Paolo Gallo.

 

Mario Nava è Direttore Commissione Europea e Presidente Nominato Consob. Dal 2004 al 2009 ha guidato l’unità Infrastruttura dei Mercati Finanziari, per la Commissione europea. Dal 2009 al 2013 è stato il responsabile dell’unità Banche e Conglomerati Finanziari. Da maggio 2016 è stato direttore per il monitoraggio del sistema finanziario e gestione delle crisi presso la Direzione generale dedicata ai servizi finanziari. Il suo intervento è previsto il 12 aprile alle 11.30 nella conferenza Assogestioni ‘La regolamentazione alla prova del mercato. I professionisti che costruiscono fiducia’.

 

Giulio Tremonti interverrà, invece, l’11 aprile alle 9:45 in Auditorium Silver nella conferenza ‘Il nuovo ritmo della globalizzazione’. Politico, avvocato e accademico italiano, Tremonti è stato Ministro delle finanze nel governo Berlusconi I e più volte Ministro dell’economia e delle finanze nei Governi Berlusconi II, III e IV e ha ricoperto la carica di vicepresidente di Forza Italia dal 2004 al 2009, quando il partito è confluito nel Popolo della Libertà. È membro della Fondazione Italia USA e presidente dell’Aspen Institute in Italia.

 

Sempre l’11 aprile nella conferenza ‘Il successo dei PIR’ delle 14:15 è previsto l’intervento, tra gli altri, di Matteo Zanetti: dal 2011 Vicepresidente di Confindustria Bergamo e Presidente del Gruppo Tecnico Credito e Finanza di Confindustria (dal giugno 2016), è Presidente dell’Advisory Board di Borsa Italiana dedicato ad AIM Italia dal marzo 2017.

 

Paolo Gallo interviene nella plenaria di chiusura del 12 aprile alle 14.45 ‘La nuova globalizzazione, visioni per il futuro’. Responsabile delle Risorse Umane al World Economic Forum a Ginevra, Gallo ha lavorato negli anni in Banca Mondiale, Citigroup, Banca Europea della Ricostruzione e Sviluppo e all’International Finance Corporation di Washington. Scrive su Harvard Business Review Italia, su Forbes e sull’agenda del blog del WEF e collabora con l’Università Bocconi e la Ashridge Business School in Gran Bretagna.

 

 

Stampa

Potrebbero interessarti anche...

PIR ai raggi X: Assogestioni e industria a confronto al Salone del Risparmio
20 marzo 2018
L’11 aprile Assogestioni presenterà al Salone, per la prima volta, un’analisi a tutto tondo dei fondi PIR. Dalla struttura dell’offerta alle caratteristiche dei prodotti, dai portafogli di investimento alle scelte dei risparmiatori
12 aprile: ‘La regolamentazione alla prova del mercato’: l’industria a raccolta per guardare alle sfide del futuro
26 febbraio 2018
Il 12 aprile dalle ore 10.15 in Auditorium Silver, Assogestioni fa il punto con SGR e istituzioni