#SDR16 Educazione Finanziaria: focus delle istituzioni sulla necessità di approccio sistemico

Il confronto sul tema oggi tra le principali istituzioni italiane

 

La conoscenza abbatte le barriere, anche quando si parla di risparmio“. Questo il messaggio che Tommaso Corcos Presidente di Assogestioni ha voluto dare ai 1600 studenti arrivati da tutta Italia per la giornata conclusiva del Salone del Risparmio. Il presidente di Assogestioni ha tenuto alto l’entusiasmo dei ragazzi esortandoli a tenere aperta la mente alla conoscenza e a non sottovalutare il loro ruolo attivo nel miglioramento dell’educazione finanziaria del Paese.

 

Le dichiarazioni di Corcos si inseriscono all’interno della giornata che il Salone ha dedicato al tema dell’educazione finanziaria culminato nella conferenza ‘Financial education, state of the nation’. Tra gli ospiti l’accademica di fama internazionale Annamaria Lusardi (Academic Director Global Financial Literacy Excellence Center (GFLEC)) che ha ricordato  come la financial literacy sia essenziale per vivere nel 21.mo secolo. “L’ignoranza finanziaria si può sconfiggere, ma la domanda essenziale quando parliamo di educazione è quale futuro vogliamo costruire?”, ha dichiarato Lusardi. “Per affrontare il tema dell’educazione finanziaria  – conclude – occorre una visione sul futuro, perché la conoscenza finanziaria è un problema di lungo periodo e come tale non può essere risolto con soluzioni di breve periodo“.

 

L’ignoranza economico-finanziaria ha dei costi economico-sociali non più sopportabili e l’approccio all’educazione finanziaria deve essere sistemico ” aggiunge Giuseppe D’Agostino, Vice Direttore Generale CONSOB. “Lo Stato deve individuare il problema dell’alfabetizzazione economico-finanziaria e trovare un punto comune per una convergenza delle numerose iniziative oggi in essere“. Convergenza auspicata da Magda Bianco, Capo del Servizio Tutela dei Clienti e antiriciclaggio della Banca d’Italia: “È importante che vi sia una legge che faccia da cornice ai numerosi interventi in essere, un coordinamento in grado di far emergere le eccellenze e di monitorare le iniziative realizzate“. In questo contesto deve restare centrale il ruolo del cittadino che spesso non è consapevole di questo bisogno di informazione, come ricorda Maria Stella Anastasi, vice presidente Nazionale della Lega Consumatori.

E nonostante l’Italia resti ancora fanalino di coda sull’alfabetismo finanziario, un messaggio positivo arriva da Andrea Beltratti, presidente Feduf: “Abbiamo i messaggi e le iniziative: continuiamo a lavorare per migliorare la qualità dei contenuti utilizzati”.

File Download

CS_SdR16_III giornata.pdf

621 KB

Stampa

Potrebbero interessarti anche...

28 aprile 2022
Dal nuovo Educational Corner all’attenzione per la formazione con la sesta edizione del progetto ICU fino alla celebrazione dei 75 anni della Costituzione italiana: l’educazione finanziaria il cuore della terza giornata del Salone
Valorizzare il fattore umano con l’educazione finanziaria
27 aprile 2022
In un mondo in trasformazione, la velocità del cambiamento e l'urgenza delle sfide da affrontare impongono una rottura con il passato e la ricostruzione di nuovi paradigmi all'insegna di un nuovo umanesimo.